I gadget e gli accessori dell’arte venatoria

I gadget e gli accessori dell’arte venatoria

Tecnologia e caccia? Un binomio che vede due filosofie scontrarsi: c’è chi sostiene che si perda il vero contatto con la natura e con le tradizioni, e chi invece vede questi strumenti come una miglioria a livello di sicurezza e di prestazioni.

In realtà non si parla di nulla di nuovo, perché questo discorso emerge spesso anche nella vita quotidiana di tutti noi: le innovazioni tecnologiche per alcuni aiutano, per altri privano di un po’ di “sapore”. In ogni caso è bene rimanere aggiornati sulle novità tecnologiche e scoprire gli ultimi ritrovati hi-tech per l’arte venatoria.

Binocoli e monocoli termici

Nella lista dei migliori device hi-tech per la caccia troviamo in primo luogo i binocoli e i monocoli termici. Si tratta di accessori incredibilmente utili durante le sessioni notturne, in quanto consentono di rilevare ogni traccia di calore appartenente alla preda.

È chiaro che la potenza e la portata di questi dispositivi varia a seconda del prezzo e, dunque, del budget a disposizione: i migliori modelli riescono a percepire queste tracce termiche fino a 1.800 metri di distanza, con un livello di dettaglio eccezionale, grazie all’impiego di sensori di ultima generazione.

Altri extra che potrebbero essere inclusi, a livello hi-tech, sono il videoregistratore incorporato, lo zoom ottico, il telemetro stadiametrico, i moduli per la connessione wifi e tanto altro ancora. Il wifi è molto interessante, in quanto consente di inviare in live i video in streaming in direzione di altri device connessi.

L’app per il cacciatore di Beretta: Gunpod 2

Gunpod 2 è una app che sa come rivelarsi estremamente utile per il cacciatore, in quanto si propone come un vero e proprio “segretario” virtuale. Nella pratica, quest’app per smartphone raccoglie in tempo reale moltissimi dati: ad esempio il numero di chilometri percorsi dal cane, ma anche i colpi sparati dal cacciatore (compresi quelli andati a segno).

In realtà le funzioni di Gunpod 2 sono molte altre: agisce come rilevatore GPS, consente di chiamare immediatamente i soccorsi, e tiene in memoria tutte le foto e i video realizzati in live durante le sessioni. Da sottolineare che questa app si connette automaticamente con i fucili semiautomatici Beretta per la caccia, grazie al contacolpi installato su queste armi, che si attiva in automatico e che comunica in wireless con l’app.

Tecnologia e compagni a quattro zampe

Non solo cacciatori e fucili, perché anche i cani oggi si “vestono” di hi-tech, dato che esistono diversi gadget ottimi per questo scopo. Si parla ad esempio del beeper elettronico da sistemare sul collare del quattro zampe: un device che ha sostituito il tradizionale campano, e che emette un segnale sonoro a seconda della posizione del cane. I modelli più avanzati possono essere gestiti tramite telecomando, e permettono addirittura di dire al cane cosa fare, attraverso vibrazioni e suoni. Si tratta di un aggeggio molto performante, oltre che utile per una questione di sicurezza di entrambi.

Oggi anche la caccia diventa tecnologica, e non mancano di certo gli accessori e i dispositivi per rendere ogni sessione più ricca di opzioni, tra sicurezza e interattività.

Fonte articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *