ItalCaccia Toscana: Caccia in deroga allo storno risultato positivo per caccia e agricoltura

ItalCaccia Toscana: Caccia in deroga allo storno risultato positivo per caccia  e agricoltura

ITALCACCIA TOSCANA

 Caccia in deroga allo storno: risultato positivo per caccia  e agricoltura

L’Italcaccia Toscana, nella figura del nuovo Commissario Alessandro Landini, esprime soddisfazione per un risultato insperato. – “L’approvazione della Delibera n. 589 del’11 maggio 2020 ha tolto l’incertezza che regnava nel mondo venatorio riguardo all’apertura della caccia ad una specie così presente e dannosa per le attività rurali toscane. A livello nazionale lavoreremo per la reintroduzione dello storno fra le specie cacciabili, ma fino a quel momento dobbiamo assicurare un’attività venatoria tradizionale del nostro territorio che risulti anche di aiuto all’agricoltura toscana, specialmente in questo momento critico per il paese.” Quest’anno la situazione è stata in bilico fino alla fine, per via delle non numerose richieste di un mondo agricolo stanco della burocrazia, ma un rapporto costruttivo con ISPRA ha portato a questo importante risultato. Un rapporto che la Regione Toscana ha saputo riallacciare grazie, oltre agli aspetti tecnici, all’utilizzo delle nuove tecnologie che hanno permesso un controllo puntuale e trasparente delle attività regionali da parte dell’Istituto – “Pur essendo consapevole che l’introduzione dell’utilizzo obbligatorio della APP potrà creare delle inevitabili difficoltà per alcuni appassionati, bisogna sottolineare che è stata l’unica e la sola possibilità di poter ottenere il prelievo in deroga di tale specie fortemente dannosa”.

“In un prossimo futuro, – continua il Commissario Landini – adeguandosi di fatto a quanto sta già avvenendo in tutta Europa, il mondo venatorio al fine di non perdere credibilità dovrà sempre più fare affidamento a sistemi innovativi, uscendo da posizioni ancorate al passato. Lo sanno bene ad esempio in Francia, dove chi vuole cacciare le specie in deroga deve utilizzare obbligatoriamente la APP “CHASSADAPT”, fornita gratuitamente dallo Stato a tutti i cacciatori.

“La APP, gratuita e facile da usare, assicura quei dati numerici in tempo reale, indispensabili al giorno d’oggi per confrontarsi con il mondo politico, scientifico e ambientalista, senza i quali non sarebbe stato possibile ottenere parere positivo per il prelievo in deroga dello storno da parte di ISPRA.” “Italcaccia, in caso di richieste, si metterà a piena disposizione dei cacciatori per dare indicazioni per il corretto uso del nuovo sistema rappresentato dalla APP ovvero del tesserino venatorio digitale” conclude il Commissario Landini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *