Cingolani ha risposto ad una interrogazione sull’emergenza Psa

Oggi alla Camera dei Deputati, il Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani ha risposto ad una interrogazione sull’emergenza Psa presentata dalla deputata Maria Chiara Gadda (Italia Viva) e da altri (Fregolent, Ungaro, Marco di Maio, Occhionero e Vitiello).
   

Alla luce dell’espandersi dell’epidemia, con i focolai del Lazio e i 114 comuni liguri e piemontesi già in zona rossa, è stato sollevato il problema dell’eccessiva presenza dei cinghiali, richiedendo un urgente aggiornamento delle banche dati sulla consistenza numerica dei selvatici, oltre che l’immediata attivazione di misure straordinarie di contenimento e abbattimento, anche ricorrendo alla modifica dei calendari venatori, alla modifica dell’articolo 19 della legge n. 157 del 1992 in presenza di situazioni straordinarie come quella attuale, escludendo, nelle stesse situazioni denunciate, interventi straordinari di contenimento che vadano oltre gli abbattimenti selettivi, così da procedere con maggiore rapidità ed efficacia su richiesta del commissario straordinario o delle competenti amministrazioni pubbliche nazionali e regionali.

Il Ministro Cingolani ha fatto sapere che Ispra sta aggiornando la banca dati degli abbattimenti sia di caccia che tramite controllo faunistico, aggiornando dunque le stime di consistenza numerica. Data la situazione critica, per altro, come sottolineato dallo stesso Ministro, evidenziata anche dalla Corte costituzionale, che ha ritenuto legittimo il convolgimento di soggetti abilitati al controllo, il Governo sta valutando interventi normativi per favorire una migliore gestione della fauna e rispondere all’emergenza in atto. Su questo, ha detto, è stato aperto il confronto politico con le Regioni per la revisione dell’articolo 19 della legge 157, al fine di autorizzare  le operazioni anche in contesti urbani e ampliare il novero dei soggetti coinvolti.  Cingolani ha inoltre confermato che al vaglio c’è anche una eventuale modifica della legge sul calendario venatorio con l’annunciato allungamento della stagione di caccia al cinghiale. Articolo

Di seguito l’intervento integrale:

Lascia un commento